Estate, tutto quello che serve sapere sui morsi delle zecche

02/07/2021

Con l'inizio dell'estate e l'aumento del caldo, aumenta il rischio di essere morsi da una zecca, parassita grande 1 centimetro, che puó fare da vettore a varie malattie per. 

In Italia, le più diffuse sono la zecca dei boschi e la zecca del cane; la loro attività si concentra nei mesi caldi per rimanere attive fino all'autunno.

Per ridurre la possibilità di venire a contatto con le zecche o individuarle rapidamente, è consigliato indossare abiti chiari, coprire le estremità inferiori con calze chiare (meglio stivali), utilizzare pantaloni lunghi e preferibilmente un cappello, non addentrarsi nelle zone in cui l'erba è alta e controllarsi la pelle al termine di un'escursione.

Le zecche tendono a localizzarsi in particolar modo su testa, collo, dietro le ginocchia, e sui fianchi.

Se ne viene trovata una sulla pelle, va subito rimossa; per farlo non vanno mai usati alcol, benzina, acetone, trielina, ammoniaca, olio o grassi, né oggetti arroventati. Va invece afferrata con una pinzetta a punte sottili, il più possibile vicino alla superficie della pelle, e rimossa tirando dolcemente cercando di imprimere un leggero movimento di rotazione.

Estate, tutto quello che serve sapere sui morsi delle zecche