MENU
CERCA
AMBULATORI
SERVIZI IN EVIDENZA
Home >> news >> Bambini e vacanze: istruzioni per l'uso

Bambini e vacanze: istruzioni per l'uso

DATA
28.07.2017

NOTIZIA
Parliamo del re delle vacanze: il mare, che è il compagno di villeggiatura più amato dalla grande maggioranze delle famiglie italiane.
Il sole: è un amico della salute infantile perché attiva la vitamina D sulla pelle del bambino e favorisce la calcificazione e la maggior resistenza delle ossa. Durante l’estate il bambino è spesso scoperto e i raggi ultravioletti possono raggiungere direttamente la pelle svolgendo un effetto benefico che durante l’inverno è molto difficile da ottenere. Il sole inoltre ha un effetto di tonificazione e di stabilizzazione dell’umore sia sui bambini che sugli adulti, ma occorre adottare una serie di precauzioni:

1. Non esporre il bambino alla luce solare diretta nelle ore centrali della giornata (dalle 11 alle 16 circa)

2. Proteggere il piccolo con cappellini a tesa larga, ombrellini da sole, magliette di cotone

3. In caso di esposizione diretta usare creme protettive solari (filtri) di gradazione maggiore (anche 50 per i bambini molto piccoli). Usare filtri solari resistenti all’acqua, da applicare frequentemente, e preferire i filtri fisici, non chimici (che possono dare reazioni allergiche)

4. Idratare frequentemente il bambino e bagnare spesso la pelle

Accanto al problema del sole, il mare presenta altre insidie per la salute, soprattutto provenienti dall’acqua.
Innanzitutto sfatiamo una leggenda: non bisogna aspettare 2 o 3 ore dopo ogni pasto per entrare in acqua. In generale l’organismo in acqua si adatta alle varie condizioni digestive del bambino. Dopo merende o pasti leggere non ci sono limiti di tempo per fare il bagno. Solo in casi di pranzi pesanti o molto abbondanti è preferibile adottare la precauzione di lasciar passare un paio d’ore per evitare che la fase digestiva acuta possa essere danneggiata dal contatto con acqua molto fredda.
Il bambino deve essere avvicinato gradualmente all’acqua (specie nel lattante); non deve venire gettato in acqua senza preavviso, non deve essere messo in acqua se manifesta disagio o pianto protratto. Va bene iniziare con piscinette di acqua dolce riscaldata al sole.

Parliamo adesso di montagna, una vacanza diffusa ma non ancora super popolare tra i nostri bambini, forse per la paura del freddo, del brutto tempo e la mancanza della… spiaggia. Ma la montagna è una località molto salubre, con aria pulita, acque fresche e ruscelli, possibilità di divertimenti attivi e creativi.

La montagna aiuta i bambini a conoscere la natura (alberi, fiori, animali) ed è una vacanza rilassante ed ecologica.

L’altitudine massima consigliata per i bambini dei primissimi anni di vita è tra i 1.000 e 1.500 metri; dopo i primi anni i bambini possono andare anche oltre i 2.000 metri. Oltre questa altitudine l’ossigeno diminuisce, possono subentrare piccoli problemi respiratori (specialmente in corso di affezioni respiratorie o forme asmatiche) e gli sbalzi di temperatura possono essere molto elevati.
Un’altra brutta avventura che può succedere in collina e montagna (ma anche in campagna) è la puntura della zecca.
In genere il morso non provoca dolore, ma entro alcuni giorni dall’introduzione della saliva della zecca, compaiono vari sintomi. Si va dal prurito e da reazioni orticarioidi locali con interessamento spesso dei linfonodi satelliti, alla formazione di noduli, dovuti ad una reazione da corpo estraneo nei confronti delle parti della bocca del parassita rimaste nella cute.

Una volta morsicati, occorre rimuovere prontamente il corpo della zecca. Il parassita va afferrato con una pinzetta sottile vicino alla superficie della pelle e rimosso tirando dolcemente. Se si usano le dita per togliere la zecca, esse devono essere protette e poi lavate. Le terapie antibiotiche non sono necessarie per i rischi infettivi successivi.

Alcuni consigli finali: prima di un viaggio o vacanza non riempite le vostre borse di medicine inutili: un buon termometro digitale e un po’ di paracetamolo o ibuprofene vi potranno servire in caso di malessere, febbri e dolori. In caso di sospetto di malattia è sempre meglio consultare un pediatra o un presidio ospedaliero dove vi sia lo specialista pediatra di turno.






TAG: estate vacanze bambini

Informazioni su : Pediatria




ULTIME NEWS

Creme solari: 10 cose che (forse) non sai sui prodotti per l'abbronzatura
2018-08-04
Creme solari, conoscete davvero le caratteristiche dei prodotti per la protezione solare e per l'abbronzatura? L'estate si avvicina e il caldo è arrivato. E' il momento d
I nostri orari di agosto
2018-08-01
ORARI DI APERTURA MESE DI AGOSTO 2018 Fino a lunedì 6 agosto orario normale, mattino e pomeriggio. Da martedì 7 agosto a sabato 11 agosto. Aperti solamente al matt
Api, meduse, ragni, vipere, zecche. Cosa fare in caso di morso o puntura
2018-07-31
Estate, tempo di vacanze: mare, montagna, campagna o lago, ogni località offre relax e svaghi, ma anche lati oscuri. Calabroni, zecche, meduse, scorpioni e vipere in
Bimbi d'estate: il vademecum dei pediatri
2018-07-30
Coinvolgerli nell'organizzazione del viaggio, inserendo tappe ad hoc. Essenziali gli snack e il primo soccorso. Cappellino, crema solare, occhiali da sole e farmaci pr
Rimozione del tatuaggio? Sì, ma rigenerando la pelle
2018-07-30
Pentiti del tatuaggio, c’è una novità! Sembra ormai clinicamente confermato che, con l’uso della tecnologia laser a picosecondi abbinata al trattamento con laser fraziona
Campeggio: i 10 errori da evitare per godersi la vacanza in tenda
2018-07-22
Quest'anno avete deciso di trascorrere una vacanza in campeggio? Di sicuro si tratta di un'alternativa economica, divertente e avventurosa, adatta a chi vuole riscoprire
Godersi la montagna d'estate Anche nella terza età
2018-07-12
Gli eventuali rischi dell'altitudine possono essere gestiti. Le misure da adottare perché il fisico possa trarne giovamento Un piacevole fresco, lontano dall'afa della
Vacanze in salute, le regole d'oro
2018-07-01
Qualche prezioso consiglio da non dimenticare mai, per trascorrere le ferie in tranquillità e fronteggiare eventuali emergenze. Cosa sarebbe l’estate senza vacanze? Il
Le medicine da mettere in valigia
2017-08-01
E’ il momento di andare in vacanza, preparare la valigia: vestiti, costumi, creme, beauty-case e libri vanno bene, ma è importante non dimenticarsi delle medicine. Qu
Allergici in viaggio, qualche trucco per evitare di correre rischi
2017-08-01
In vacanza, soprattutto all'estero, cresce la probabilità di pericolosi choc anafilattici per chi è allergico ai cibi La prospettiva di una vacanza può diventare un in

« Lista Completa