MENU
CERCA
AMBULATORI
SERVIZI IN EVIDENZA
Home >> news >> Reumatici: malati dai piedi d’argilla

Reumatici: malati dai piedi d’argilla

DATA
16.09.2009

NOTIZIA
Poca regolarità nelle visite e informazione carente. Anche se i dolori ai piedi contribuiscono in maniera importante alla disabilità

C’è un problema che affligge i malati reumatici e di cui le istituzioni sembrano preoccuparsi poco: la cura del piede, una delle zone più sensibili per chi è affetto da malattie come l’artrite reumatoide, l’artrite psoriasica o la spondilite anchilosante. E ciò avviene persino in Gran Bretagna, dove da tempo l'Arthritis Research Campaign, un’istituzione che finanzia la ricerca sulle artriti, ha messo a disposizione dei medici un documento che stabilisce quali siano le migliori pratiche da attuare. A confermarlo è uno studio reso noto nel corso dell’annuale congresso della European League Against Rheumatism (Eular) e pubblicato sulla rivista Annals of the Rheumatic Disease. I ricercatori, che hanno intervistato circa milleduecento persone (in maggioranza donne) hanno realizzato la più ampia indagine sulla diffusione dei problemi al piede nelle persone affette da artriti infiammatorie e sulla qualità e la facilità di accesso alle cure.

ASSISTENZA CARENTE
Le noie ai piedi rappresentano un problema con cui quasi il 70 per cento di esse si confronta quotidianamente. Nonostante ciò, la qualità e l’accessibilità dell’assistenza è decisamente carente. Soltanto un quarto dei pazienti ha ricevuto una visita podologica a tre mesi dalla diagnosi di artrite mentre una percentuale ancora inferiore (il 17 per cento) si sottopone regolarmente alla visita annuale. Sono infatti queste le scadenze che le società scientifiche indicano come ottimali per il riconoscimento tempestivo della patologia e - qualora si rendesse necessario - per un intervento chirurgico che contrasti il peggioramento dei sintomi. Anche sul fronte dell’informazione, i risultati non sono brillanti. Appena il 31 per cento dei pazienti ha ricevuto informazioni sulla gestione dei problemi ai piedi, al 28 per cento è stato spiegato come scegliere le calzature appropriate e al 20 per cento come mantenere una corretta igiene al piede. Appena al 9 per cento dei pazienti, poi, è stato consigliato di smettere di fumare. Misure elementari, queste ultime, che però possono incidere in maniera decisa sul decorso della patologia. Visti questi dati, i ricercatori non hanno nessun timore nel concludere il loro studio affermando che «la cura dei piedi è un’area negletta nell’assistenza ai pazienti affetti da artriti infiammatorie, nonostante le evidenze scientifiche suggeriscano che interventi precoci possano migliorare gli esiti clinici a lungo termine e che il dolore ai piedi contribuisca significativamente alla disabilità».

STORIE DI ORDINARIA SOPRAVVIVENZA
Intanto in Italia, i malati continuano a scontare i paradossi della burocrazia nostrana. «Sapete ragazzi qual è la cosa più bella?», scrive una donna affetta da artrite reumatoide in uno dei numerosi forum animati su internet da malati. «Che la Asl passa i plantari […] ma poi ti devi andare a comprare le scarpe per poterli calzare. E qui cominciano i dolori, non dei piedi ma delle tasche». Ed è così che banali attività quotidiane si trasformano in problemi superabili soltanto con tanta pazienza e chiudendo un occhio sui propri diritti. «Un altro grande problema?», continua l’ammalata. «Farsi il pedicure». Spesso occorre rivolgersi a un estetista. «Ma questa è una specializzazione non considerata paramedica o accessoria. E ogni volta sono 30-35 euro. Oltre ai dolori che tocca passare».

Fonte:www.corriere.it
A cura di tonino Michienzi

TAG: piedi reumatici reumatismi

Informazioni su : Reumatologia




ULTIME NEWS

Creme solari: 10 cose che (forse) non sai sui prodotti per l'abbronzatura
2018-08-04
Creme solari, conoscete davvero le caratteristiche dei prodotti per la protezione solare e per l'abbronzatura? L'estate si avvicina e il caldo è arrivato. E' il momento d
I nostri orari di agosto
2018-08-01
ORARI DI APERTURA MESE DI AGOSTO 2018 Fino a lunedì 6 agosto orario normale, mattino e pomeriggio. Da martedì 7 agosto a sabato 11 agosto. Aperti solamente al matt
Api, meduse, ragni, vipere, zecche. Cosa fare in caso di morso o puntura
2018-07-31
Estate, tempo di vacanze: mare, montagna, campagna o lago, ogni località offre relax e svaghi, ma anche lati oscuri. Calabroni, zecche, meduse, scorpioni e vipere in
Bimbi d'estate: il vademecum dei pediatri
2018-07-30
Coinvolgerli nell'organizzazione del viaggio, inserendo tappe ad hoc. Essenziali gli snack e il primo soccorso. Cappellino, crema solare, occhiali da sole e farmaci pr
Rimozione del tatuaggio? Sì, ma rigenerando la pelle
2018-07-30
Pentiti del tatuaggio, c’è una novità! Sembra ormai clinicamente confermato che, con l’uso della tecnologia laser a picosecondi abbinata al trattamento con laser fraziona
Campeggio: i 10 errori da evitare per godersi la vacanza in tenda
2018-07-22
Quest'anno avete deciso di trascorrere una vacanza in campeggio? Di sicuro si tratta di un'alternativa economica, divertente e avventurosa, adatta a chi vuole riscoprire
Godersi la montagna d'estate Anche nella terza età
2018-07-12
Gli eventuali rischi dell'altitudine possono essere gestiti. Le misure da adottare perché il fisico possa trarne giovamento Un piacevole fresco, lontano dall'afa della
Vacanze in salute, le regole d'oro
2018-07-01
Qualche prezioso consiglio da non dimenticare mai, per trascorrere le ferie in tranquillità e fronteggiare eventuali emergenze. Cosa sarebbe l’estate senza vacanze? Il
Le medicine da mettere in valigia
2017-08-01
E’ il momento di andare in vacanza, preparare la valigia: vestiti, costumi, creme, beauty-case e libri vanno bene, ma è importante non dimenticarsi delle medicine. Qu
Allergici in viaggio, qualche trucco per evitare di correre rischi
2017-08-01
In vacanza, soprattutto all'estero, cresce la probabilità di pericolosi choc anafilattici per chi è allergico ai cibi La prospettiva di una vacanza può diventare un in

« Lista Completa