MENU
CERCA
AMBULATORI
SERVIZI IN EVIDENZA
Home >> news >> Artrosi: quel che pesa è l'infiammazione

Artrosi: quel che pesa è l'infiammazione

DATA
03.11.2010

NOTIZIA
Le persone obese sono più soggette alla sofferenza della cartilagine del ginocchio, ma non solo per la gravità dei chili di troppo, bensì per sostanze prodotte dal grasso.

Non è solo questione di carico sulle articolazioni se chi è sovrappeso ha maggiori probabilità di sviluppare l’artrosi, e quella del ginocchio in particolare. La questione è molto più complicata e coinvolge la produzione da parte del grasso accumulato nell’organismo di una serie di sostanze chiamate adipocitochine, che entrano in gioco nel causare l’artrosi.

Lo indica un recente studio pubblicato sulla rivista Current Opinion in Rheumatology da parte di due ricercatrici della School of Public Health di Ann Arbor nel Michigan, MaryFran Sowers e Carrie Karvonen-Gutierrez.

SOSTANZE INFIAMMATORIE
Alla luce delle nuove ricerche è ormai evidente che il tessuto adiposo non è un passivo deposito di grassi utilizzati principalmente come fonte di energia, ma un vero e proprio organo metabolico che secerne varie sostanze, tra cui le cosiddette adipocitochine, come leptina, resistina e adiponectina, che sono dotate di importanti funzioni e che presto potrebbero diventare bersaglio di nuovi farmaci. Maggiore la quantità di grasso presente in un organismo, più elevata la quantità di adipocitochine prodotte, e più intensa la loro azione. Un’azione che è decisamente sfavorevole che aggiunge nuovi elementi negativi all’eccesso di tessuto adiposo nell’organismo. E quindi anche nuove motivazioni per chi volesse decidere di perdere peso. Ad esempio, la leptina è un ormone che ha il compito di segnalare al cervello la quantità di grasso presente nell’organismo, agendo sulla sensazione di fame e sull’istinto della ricerca del cibo. Attraverso la sua azione sull’ipotalamo, la leptina interferisce con l’intero sistema endocrino. Ma di recente si è scoperto che la leptina ha anche un’azione diretta sul metabolismo delle cartilagini, favorendone l’infiammazione e quindi entrando a pieno titolo fra le cause dello sviluppo dell’artrosi. Un’azione simile ce l’ha anche l’adiponectina, anche se finora è stata meno studiata.

NON SOLO DEGENERAZIONE
Gli studiosi sono quindi ormai d’accordo nel ritenere che nell’artrosi ci sia non solo un elemento degenerativo, come si era creduto finora, ma che sia presente anche una forte componente infiammatoria. Questo spiega come mai, ad esempio, l’artrosi del ginocchio risulti molto più diffusa tra le persone obese o comunque sensibilmente sovrappeso. E sono le stesse persone che soffrono più frequentemente di dolori e di disturbi cardiocircolatori, anch’essi sostenuti da processi di infiammazione. Si tratta, oltretutto, di problemi ormai estremamente diffusi, dato che da anni il numero delle persone decisamente sovrappeso continua a crescere, e parallelamente aumenta il numero di coloro che soffrono di disturbi alle articolazioni: i ricoveri ospedalieri per artrosi sono infatti più che raddoppiati nel periodo 1993-2006. «Malgrado l’esistenza di prove che supportano l’esistenza di una chiara associazione fra obesità, artrosi e dolore, questa è un’area nella quale c’è bisogno di ulteriore lavoro di ricerca» dicono gli autori dell’articolo, «finalizzato a spiegare meglio le complesse modalità attraverso le quali un eccesso di tessuto adiposo può causare lo sviluppo del dolore e del danno alle articolazioni».

Fonte: Corriere.it
A cura di Danilo di Diodoro

TAG: Artrosi cartilagine del ginocchio articolazioni obesità

Informazioni su : Scienze dell'Alimentazione, Dietistica e Nutrizione




ULTIME NEWS

Creme solari: 10 cose che (forse) non sai sui prodotti per l'abbronzatura
2018-08-04
Creme solari, conoscete davvero le caratteristiche dei prodotti per la protezione solare e per l'abbronzatura? L'estate si avvicina e il caldo è arrivato. E' il momento d
I nostri orari di agosto
2018-08-01
ORARI DI APERTURA MESE DI AGOSTO 2018 Fino a lunedì 6 agosto orario normale, mattino e pomeriggio. Da martedì 7 agosto a sabato 11 agosto. Aperti solamente al matt
Api, meduse, ragni, vipere, zecche. Cosa fare in caso di morso o puntura
2018-07-31
Estate, tempo di vacanze: mare, montagna, campagna o lago, ogni località offre relax e svaghi, ma anche lati oscuri. Calabroni, zecche, meduse, scorpioni e vipere in
Bimbi d'estate: il vademecum dei pediatri
2018-07-30
Coinvolgerli nell'organizzazione del viaggio, inserendo tappe ad hoc. Essenziali gli snack e il primo soccorso. Cappellino, crema solare, occhiali da sole e farmaci pr
Rimozione del tatuaggio? Sì, ma rigenerando la pelle
2018-07-30
Pentiti del tatuaggio, c’è una novità! Sembra ormai clinicamente confermato che, con l’uso della tecnologia laser a picosecondi abbinata al trattamento con laser fraziona
Campeggio: i 10 errori da evitare per godersi la vacanza in tenda
2018-07-22
Quest'anno avete deciso di trascorrere una vacanza in campeggio? Di sicuro si tratta di un'alternativa economica, divertente e avventurosa, adatta a chi vuole riscoprire
Godersi la montagna d'estate Anche nella terza età
2018-07-12
Gli eventuali rischi dell'altitudine possono essere gestiti. Le misure da adottare perché il fisico possa trarne giovamento Un piacevole fresco, lontano dall'afa della
Vacanze in salute, le regole d'oro
2018-07-01
Qualche prezioso consiglio da non dimenticare mai, per trascorrere le ferie in tranquillità e fronteggiare eventuali emergenze. Cosa sarebbe l’estate senza vacanze? Il
Le medicine da mettere in valigia
2017-08-01
E’ il momento di andare in vacanza, preparare la valigia: vestiti, costumi, creme, beauty-case e libri vanno bene, ma è importante non dimenticarsi delle medicine. Qu
Allergici in viaggio, qualche trucco per evitare di correre rischi
2017-08-01
In vacanza, soprattutto all'estero, cresce la probabilità di pericolosi choc anafilattici per chi è allergico ai cibi La prospettiva di una vacanza può diventare un in

« Lista Completa