MENU
CERCA
AMBULATORI
SERVIZI IN EVIDENZA
Home >> news >> Allergia al Nichel: consigli utili per limitare il contatto e le reazioni allergiche

Allergia al Nichel: consigli utili per limitare il contatto e le reazioni allergiche

DATA
25.11.2014

NOTIZIA
L'allergia al nichel può presentarsi sotto forma di dermatite da contatto e/o a livello alimentare. Si parla di Sindrome da Allergia Sistemica al Nichel quando il contatto con il nichel provoca reazioni allergiche sia dall'interno, con l'alimentazione, sia dall'esterno, con il contatto con oggetti o prodotti che contengano nichel.

La diagnosi dell'allergia al nichel viene effettuata tramite Patch Test. Si tratta di un'allergia da accumulo, per cui nei soggetti intossicati dal nichel può bastare un contatto con una quantità minima della sostanza per scatenare reazioni. In questo caso potrebbe essere utile seguire una dieta e rimedi naturali che aiutino l'organismo a liberarsi dal nichel e in generale dall'accumulo di metalli pesanti.

Il nichel è onnipresente. E' un metallo di per sé non dannoso, ma a cui purtroppo sempre più persone risultano allergiche. Come metallo viene utilizzato per la creazione di alcune leghe, spesso in combinazione con l'acciaio. E' impossibile evitarlo completamente, ma si può provare a limitare l'esposizione a quantità eccessive almeno in parte. Troviamo il nichel in numerosi alimenti. Il nichel è presente sia nei vegetali che negli animali, ma anche nel corpo umano, dato che entra a fare parte di alcuni processi biologici.

Il nichel è anche un sottoprodotto industriale presente in fertilizzanti, sigarette e gas di scarico delle macchine. Tracce di nichel più o meno elevate possono presentarsi in detersivi e prodotti per la pulizia della casa e nei prodotti per la cura del corpo, dal bagnoschiuma allo shampoo. Senza dimenticare la possibile presenza di nichel in gioielli, stoviglie, contenitori per alimenti e accessori per l'abbigliamento realizzati con leghe metalliche che lo contengano.

Alimentazione

Il nichel è presente in tracce in numerosi alimenti, ma alcuni cibi ne contengono più di altri. La sensibilità individuale agli alimenti che contengono nichel può variare da persona a persona. Ognuno saprà riconoscere, a seconda delle reazioni del proprio corpo, quali alimento dovrebbe cercare di evitare o di limitare.

Tra gli alimenti più ricchi di nichel troviamo cacao e cioccolato, anacardi, pomodori e ortaggi, spinaci, legumi e frutta a guscio, frutta essiccata (che contiene più nichel rispetto alla frutta fresca), alcuni cereali, come il mais e l'avena, frutti di mare, tonno in scatola e pesce (che rischia di risultare contaminato da metalli pesanti).

Le persone allergiche o intolleranti al nichel dovrebbero fare molta attenzione ai cibi in scatola. I cibi conservati possono incrementare il loro contenuto di nichel a causa del materiale del contenitore. Attenzione soprattutto a lattine e scatolette in leghe d'acciaio che potrebbero contenere nichel.

In questo caso meglio scegliere le alternative fresche o confezionate in altri materiali, ad esempio in barattoli di vetro, se ci si rende conto di avvertire fastidi nel consumo dei comuni prodotti in scatola. Attenzione anche a grassi vegetali idrogenati, dado da brodo, patatine fritte e gallette di mais o di avena. In generale le liste degli alimenti da preferire o da evitare in caso di allergia al nichel che potreste trovare sul web sono molto variegate. Cercate di seguire i consigli del vostro medico e di ascoltare le reazioni del vostro organismo.

Cosmetici e detersivi

I cosmetici – ma anche i prodotti per la pulizia della casa – possono contenere nichel. Per quanto riguarda le pulizie domestiche, il consiglio è di indossare sempre i guanti per evitare che la pelle entri a contatto con prodotti aggressivi e potenzialmente allergizzanti. Alcune persone potrebbero provare fastidio a causa del contatto con i residui di detersivo e ammorbidente presenti sul bucato. In questo caso scegliete il più possibile prodotti naturali e se potete evitate l'ammorbidente classico, oppure risciacquate molto bene il bucato.

Per quanto riguarda i cosmetici, dallo shampoo al make-up, il consiglio è di preferire prodotti Nichel Tested che di solito presentano la dicitura <1PPM. Dovrebbero cioè contenere nichel in quantità inferiore ad 1 parte per milione, una concentrazione che non dovrebbe provocare reazioni allergiche.

Non esistono, purtroppo, cosmetici che possono dichiararsi completamente Nichel Free, ma ogni persona riuscirà a scegliere i prodotti più delicati per la propria pelle, magari dopo qualche tentativo. Meglio testare prima un nuovo prodotto su una piccola parte del corpo per verificare che non si manifestano reazioni allergiche.

Pentole e stoviglie

Chi soffre di allergia al nichel potrebbe incontrare alcuni problemi con l'impiego di pentole e stoviglie che potrebbero contenere questo metallo. Se vi accorgete di avere problemi con le pentole in acciaio inox, provate a sostituirle con alternative realizzate in altri materiali, come il vetro pyrex. Oppure scegliete acciaio inossidabile garantito senza nichel.

Abbigliamento e accessori

Per quanto riguarda l'allergia al nichel con dermatite da contatto, è bene fare attenzione all'abbigliamento e agli accessori di uso quotidiano. Il nichel potrebbe essere presente in bottoni metallici di camicie, giacche, jeans e pantaloni, nelle zip e nelle decorazioni di abiti e accessori, così come di scarpe e altri capi di abbigliamento. Meglio fare in modo in questo caso che tali parti metalliche non entrino a contatto con la pelle. Un discorso analogo vale per i gioielli.

La presenza di nichel in collane, braccialetti o orecchini potrebbe scatenare dermatiti nei soggetti sensibili dopo poche ore, oppure con un utilizzo più prolungato, a seconda dei casi. Andate alla ricerca di gioielli che siano stati realizzati senza nichel. Attenzione anche a fibbie e cinturini degli orologi, montature degli occhiali, anelli, gancetti del reggiseno, rasoi e telefonini che potrebbero contenere parti in nichel.

TAG: allergologia allergologo allergia nichel alimenti patch test prick test

Informazioni su : Allergologia




ULTIME NEWS

Creme solari: 10 cose che (forse) non sai sui prodotti per l'abbronzatura
2018-08-04
Creme solari, conoscete davvero le caratteristiche dei prodotti per la protezione solare e per l'abbronzatura? L'estate si avvicina e il caldo è arrivato. E' il momento d
I nostri orari di agosto
2018-08-01
ORARI DI APERTURA MESE DI AGOSTO 2018 Fino a lunedì 6 agosto orario normale, mattino e pomeriggio. Da martedì 7 agosto a sabato 11 agosto. Aperti solamente al matt
Api, meduse, ragni, vipere, zecche. Cosa fare in caso di morso o puntura
2018-07-31
Estate, tempo di vacanze: mare, montagna, campagna o lago, ogni località offre relax e svaghi, ma anche lati oscuri. Calabroni, zecche, meduse, scorpioni e vipere in
Bimbi d'estate: il vademecum dei pediatri
2018-07-30
Coinvolgerli nell'organizzazione del viaggio, inserendo tappe ad hoc. Essenziali gli snack e il primo soccorso. Cappellino, crema solare, occhiali da sole e farmaci pr
Rimozione del tatuaggio? Sì, ma rigenerando la pelle
2018-07-30
Pentiti del tatuaggio, c’è una novità! Sembra ormai clinicamente confermato che, con l’uso della tecnologia laser a picosecondi abbinata al trattamento con laser fraziona
Campeggio: i 10 errori da evitare per godersi la vacanza in tenda
2018-07-22
Quest'anno avete deciso di trascorrere una vacanza in campeggio? Di sicuro si tratta di un'alternativa economica, divertente e avventurosa, adatta a chi vuole riscoprire
Godersi la montagna d'estate Anche nella terza età
2018-07-12
Gli eventuali rischi dell'altitudine possono essere gestiti. Le misure da adottare perché il fisico possa trarne giovamento Un piacevole fresco, lontano dall'afa della
Vacanze in salute, le regole d'oro
2018-07-01
Qualche prezioso consiglio da non dimenticare mai, per trascorrere le ferie in tranquillità e fronteggiare eventuali emergenze. Cosa sarebbe l’estate senza vacanze? Il
Le medicine da mettere in valigia
2017-08-01
E’ il momento di andare in vacanza, preparare la valigia: vestiti, costumi, creme, beauty-case e libri vanno bene, ma è importante non dimenticarsi delle medicine. Qu
Allergici in viaggio, qualche trucco per evitare di correre rischi
2017-08-01
In vacanza, soprattutto all'estero, cresce la probabilità di pericolosi choc anafilattici per chi è allergico ai cibi La prospettiva di una vacanza può diventare un in

« Lista Completa